Il potere-dovere di autotutela nel corso del processo tributario. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Cass., sez. trib., 30 gennaio 2018, ord. n. 2262

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Decisione senz’altro corretta, apprezzabile la motivazione addotta, condivisibile il principio affermato. Nondimeno una lettura affrettata cela un’insidia, legata alla dinamica del processo, che è bene dissipare. Se infatti sono obiettivamente inconfutabili, nella pronuncia, sia la premessa (la piena libertà dei litiganti di dirimere in qualunque tempo la controversia con un accordo – totale o parzialecontinua

NULLITÀ DELL’AVVISO DI ACCERTAMENTO CHE RICHIAMA MA NON ALLEGA UN PROCESSO VERBALE DI CONSTATAZIONE REDATTO A CARICO DI TERZI: ORIENTAMENTI DEI GIUDICI DI VERTICE SULLA MOTIVAZIONE PER RELATIONEM. Dott. Luigi Lovecchio, in nota a Corte di Cassazione, sez. trib., 12 gennaio 2017, sent. n. 562

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Massima ineccepibile della Suprema Corte che ribadisce un principio troppo spesso trascurato nelle prassi operative degli Uffici finanziari. Un contribuente aveva ricevuto un avviso di accertamento interamente fondato su di un processo verbale di constatazione, i cui esiti erano solo richiamati nell’atto, ma non allegati ad esso. A difesa del proprio operato l’Ufficio aveva rilevatocontinua