Pubblicato da Avv. Bruno Aiudi & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

La rubrica dell’art. 24 del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 è dedicata ai “motivi aggiunti”. Una tale facoltà, la presentazione di ulteriori motivi di impugnazione rispetto a quelli contenuti nel ricorso originario, è collegata a una qualche novità inerente i fatti oggetto di discussione che possa insorgere nel corso del processo (1). Anche ilcontinua
Per accedere a questo contenuto devi essere loggato e acquistare l'abbonamento premium
Oppure acquista solo questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *