LE SEZIONI UNITE SULLA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO PER LA CONTESTAZIONE DEGLI ATTI ISTRUTTORI LESIVI A CUI ABBIA FATTO SEGUITO UN ATTO IMPOSITIVO NON IMPUGNATO. Avv. Ramona Tombini, in nota a Corte di Cassazione, sez. un., 2 maggio 2016, sent. n. 8587

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

1. Premessa La vicenda inizia con l’accesso della Guardia di finanza presso gli uffici di uno studio legale associato nei cui confronti era stata avviata una verifica parziale ai fini delle imposte dirette (1). Durante le operazioni, avendo gli operatori iniziato ad acquisire il contenuto di ogni fascicolo e di ogni file presente nei computercontinua

LA NOTIFICAZIONE A MEZZO PEC DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO E DEGLI ALTRI ATTI DELLA RISCOSSIONE. Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Comm. trib. prov. di Savona, sez. I, 10 febbraio 2017, sent. n. 100, e a Comm. trib. prov. di Latina, sez. I, 1° luglio 2016, sent. n. 992

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

1. Premessa Le tre sentenze in rassegna offrono l’occasione per affrontare alcune questioni legate alla validità ed efficacia della notifica tramite posta elettronica certificata (di seguito “PEC”) degli atti tributari. Vale osservare che la “trasmissione telematica” dei suddetti atti è destinata a diventare, nell’arco dei prossimi anni, lo strumento che gli enti emittenti utilizzeranno ordinariamentecontinua

SANZIONI AMMINISTRATIVE A CONTENUTO SOSTANZIALMENTE PENALE: NO DELLA CORTE COSTITUZIONALE ALLA RETROATTIVITÀ DELLA DICHIARAZIONE DI INCOSTITUZIONALITÀ DELLA NORMA IMPOSITIVA DOPO IL GIUDICATO. L’ULTIMO TABÙ DURA A RESISTERE (MA FORSE È GIÀ CROLLATO). Avv. Valdo Azzoni, in nota a Corte Costituzionale 24 febbraio 2017, sent. n. 43

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

SANZIONI AMMINISTRATIVE A CONTENUTO SOSTANZIALMENTE PENALE: NO DELLA CORTE COSTITUZIONALE ALLA RETROATTIVITÀ DELLA DICHIARAZIONE DI INCOSTITUZIONALITÀ DELLA NORMA IMPOSITIVA DOPO IL GIUDICATO. L’ULTIMO TABÙ DURA A RESISTERE (MA FORSE È GIÀ CROLLATO) È come un treno che è passato con un carico di frutti. Eravamo alla stazione, sì, ma dormivamo tutti. (Ivano Fossati, La miacontinua

IMPOSTA DI SBARCO: LA CORTE COSTITUZIONALE NON SI PRONUNCIA SULLE QUESTIONI DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE SOLLEVATE SUL NUOVO TRIBUTO. Dott. Eugenio Righi, in nota a Corte Costituzionale 16 dicembre 2016, sent. n. 281

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

IMPOSTA DI SBARCO: LA CORTE COSTITUZIONALE NON SI PRONUNCIA SULLE QUESTIONI DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE SOLLEVATE SUL NUOVO TRIBUTO “Much ado about nothing”, molto chiasso per nulla, è il titolo di una nota tragedia di William Shakespeare che si attaglia perfettamente a questa sentenza, inutile per almeno due motivi. Il primo motivo della inutilità della sentenzacontinua

LA PROCEDURA DI NOTIFICAZIONE AI SOGGETTI RESIDENTI ALL’ESTERO È GIURIDICAMENTE INESISTENTE, SE ESPLETATA OSSERVANDO LA DISCIPLINA PREVISTA PER I CONTRIBUENTI “ASSOLUTAMENTE IRREPERIBILI”. Dott. Carlo Ferrari – Dott. Piergiacomo Giusto

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. INCIPIT – 2. I FATTI DI CAUSA – 3. EXCURSUS NORMATIVO; 3.1 La disciplina prima dell’intervento della Corte Costituzionale; 3.2 L’attuale disciplina risultante dagli interventi della Corte Costituzionale e del legislatore; – 4. LA PRONUNCIA IN ESAME – 5. RIFLESSIONI CONCLUSIVE. 1. INCIPIT Laddove il contribuente destinatario dell’atto impositivo risulti regolarmente iscritto all’Anagrafecontinua

IL DIFFICILE BILANCIAMENTO TRA SEMPLIFICAZIONE DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA E DIRITTI DEL CONTRIBUENTE NELLA NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI ESATTIVI TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA. Avv. Gianmarco Dellabartola

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. Evoluzione del contesto normativo – 3. Sulla legittimità della notifica di un atto della riscossione tramite posta elettronica certificata – 4. Sui requisiti minimi affinché una notifica di un atto esattivo tramite PEC possa dirsi legittima – 5. Sull’inesistenza/nullità di una notifica eseguita da un indirizzo PEC non incluso incontinua

LA SANZIONABILITÀ TRIBUTARIA DELL’“AMMINISTRATORE DI FATTO”. Avv. Sara Comin – Prof. Dario Stevanato

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. I criteri per la qualifica di “amministratore di fatto” – 3. La responsabilità dell’amministratore di fatto per i reati tributari – 4. La riferibilità delle sanzioni amministrativo-tributarie all’amministratore di fatto – 5. Conclusioni. 1. Premessa Negli ultimi decenni si è andata affermando la tendenza, da parte dell’Amministrazione finanziaria, ad utilizzarecontinua

QUALCHE CONSIDERAZIONE SU CAPACITÀ CONTRIBUTIVA ED ETICA FISCALE*. Prof. avv. Gianfranco Gaffuri

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

1. Il binomio “capacità contributiva” ed “etica tributaria” (che poi è una specie della più generale etica sociale) si carica di significati suggestivi, anche perché il rapporto tra questi due termini si può atteggiare, secondo il corredo culturale dell’esegeta, in vario modo, in funzione della prevalenza accordata all’uno o all’altro nella costituzione e nello svolgimentocontinua

LA LUNGA E LENTA AGONIA DELLE COMMISSIONI TRIBUTARIE. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Corte Costituzionale 20 ottobre 2016, ord. n. 227

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Che oggi il giudice tributario annaspi in una sorta di liquido amniotico tardante a deflagrare, con incresciose crisi di identità e di autostima, è dato di fatto (1). Ne ha ben donde: basti pensare che ancora nel D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 636, cioè in seno al codice del processo tributario precedente la riforma delcontinua

UTILIZZABILITÀ DELLE PERDITE ATTRIBUITE ALLA CONSOLIDANTE IN SEDE DI INTERRUZIONE DEL CONSOLIDATO FISCALE. LE NUOVE OPPORTUNITÀ OFFERTE DAL MODELLO IPEA. Dott. Ottavia Alfano – Avv. Carmen Mione

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Introduzione – 2. Il consolidato fiscale nazionale e il regime delle perdite fiscali: brevi cenni – 3. Il computo in diminuzione delle perdite dai maggiori imponibili accertati con atto “unico”: il Modello IPEC – 4. Le “storture” derivanti dall’interpretazione dell’Amministrazione finanziaria dell’art. 40-bis, terzo comma, del D.P.R. n. 600/1973 – 5. (segue) L’ingiustificatacontinua