LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI INDIVIDUALE E DI GRUPPO SULLA BASE DEL NUOVO ART. 27 DELLA CONVENZIONE TRA ITALIA E SVIZZERA. Dott. Pierpaolo Angelucci – Dott. Rossella Mangieri

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. AMBITO APPLICATIVO DEL NUOVO ART. 27; 1.1 L’ambito oggettivo; 1.2 L’ambito soggettivo; 1.3 Limiti temporali e procedurali – 2. RICHIESTE DI INFORMAZIONI NOMINATIVE; 2.1 Il criterio della verosimile rilevanza; 2.2 Modalità di individuazione dei soggetti; 2.3 Richiesta di gruppo nominativa relativa ai soggetti iscritti all’AIRE – 3. RICHIESTE DI INFORMAZIONI TRAMITE “MODELLI DIcontinua

GLI INCENTIVI FISCALI NELLA C.D. “LEGGE CONTRO GLI SPRECHI” E NELLA GESTIONE DELLE DERRATE ALIMENTARI: NUOVE IPOTESI DI TRIBUTO AMBIENTALE? Prof. Marco Allena

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Introduzione: lo spreco alimentare – 2. La nozione di derrate alimentari e il principio di prevenzione – 3. La legge 19 agosto 2016, n. 166 – 4. Cessioni gratuite ed esenzione IVA – 5. Riflessioni sulla natura di tributo ambientale delle norme analizzate – 6. Dalle derrate alimentari ai rifiuti organici: il ruolocontinua

PRESCRIZIONE ORDINARIA O DECADENZA PER L’AZIONE ESECUTIVA DEL FISCO A SEGUITO DEGLI ACCERTAMENTI DEFINITIVI? Dott. Domenico Carnimeo

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. La riscossione tramite ruolo – 3. Quale termine per la notifica delle cartelle di pagamento conseguenti ad avviso di accertamento definitivo per mancata impugnazione? – 4. Quale termine per la notifica delle cartelle di pagamento conseguenti agli avvisi di accertamento definitivi a seguito di sentenza? – 5. Quale termine percontinua

LE AVVERSE CONDIZIONI DEL MERCATO POSSONO GIUSTIFICARE LA DISAPPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA ANTIELUSIVA SULLE C.D. SOCIETÀ DI COMODO. Dott. Annalisa Pace, in nota a Corte di Cassazione, sez. trib., 28 febbraio 2017, sent. n. 5080

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

LE AVVERSE CONDIZIONI DEL MERCATO POSSONO GIUSTIFICARE LA DISAPPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA ANTIELUSIVA SULLE C.D. SOCIETÀ DI COMODO La norma sulle c.d. società di comodo, nella formulazione di cui la Corte di Cassazione si è trovata a fare applicazione, disponeva che «in presenza di oggettive situazioni che hanno reso impossibile il conseguimento dei ricavi, degli incrementicontinua

L’ATTRICE DEDUCE IL COSTO DEGLI ABITI. Avv. Fausta Brighenti, in nota a Commissione trib. provinciale di Milano, sez. XL, 22 luglio 2016, sent. n. 6443

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

La questione era davvero singolare: i vestiti che indossa la nota soubrette televisiva Belen Rodriguez possono essere considerati beni strumentali? Possono quindi ritenersi inerenti alla produzione del reddito e quindi i relativi costi possono essere dedotti? A tali interrogativi la Commissione tributaria milanese risponde affermativamente. L’osservazione di partenza della pronuncia in esame è indubbiamente condivisibile:continua

INTEGRAZIONI, ROGATORIE DI GRUPPO E CRONOLOGIA DEL CONTROLLO FISCALE NELLA NUOVA VOLUNTARY DISCLOSURE. Avv. Fabio Ciani

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

Il perfezionamento del sub procedimento di regolarizzazione dei patrimoni esteri legittima l’ingresso nel patrimonio personale dell’evasore delle utilità bonificate. Invero ciò non basta a cancellare l’illiceità originaria del comportamento con cui l’indiziato de facto si è procurato i beni reinvestendo il risparmio fiscale: si vuole dire che la voluntary disclosure (di seguito VD) non affrancacontinua

LA CLAUSOLA DI RENDIMENTO MINIMO GARANTITO TRA IMPUTAZIONE A PERIODO E FOBIE ANTIELUSIVE. Prof. Gaetano Ragucci

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

LA CLAUSOLA DI RENDIMENTO MINIMO GARANTITO TRA IMPUTAZIONE A PERIODO E FOBIE ANTIELUSIVE 1. Con le sentenze nn. 6330 e 6331 del 2016 la Corte di Cassazione ha, sulla scorta di precedenti conformi (1), tracciato il profilo tributario della c.d. clausola di rendimento minimo garantito; e lo ha fatto riportandola alle regole che presiedono allacontinua

LA RESURREZIONE DELLA FENICE TRIBUTARIA E GLI EFFETTI E LIMITI DEL GIUDICATO FORMATOSI NEL GIUDIZIO TRIBUTARIO ESTINTO A SEGUITO DELLA MANCATA RIASSUNZIONE DELLA CAUSA. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Corte di Cassazione, sez. trib., 8 aprile 2016, sent. n. 6858

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Interpretazione, nei fatti, in bonam partem per il contribuente. Interpretazione doverosa, perché espressione della regola della formazione progressiva del giudicato (a sua volta corollario di una duplice esigenza, elevata a doppio canone processuale: la certezza del diritto e l’economia processuale) (1); ma ugualmente gradita per colui che, al termine di un primo iter giudiziario piuttostocontinua

LA PROVA DELLA VALIDITÀ DELLA NOTIFICAZIONE PER POSTA NEL PROCESSO TRIBUTARIO. Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Commissione trib. regionale del Lazio, sez. XXXVIII, 7 ottobre 2016, sent. n. 5833

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

1. Premessa Con la sentenza in commento, la Commissione tributaria regionale del Lazio ha respinto l’appello proposto dall’Agenzia delle entrate, ravvisandone l’“inammissibilità”, da un lato, per violazione dell’art. 53 del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546, a causa dell’omessa indicazione dell’oggetto della domanda; dall’altro, per inesistenza della relativa notificazione, determinata dalla mancata produzione in giudiziocontinua

IL MECCANISMO DI RECUPERO DELLE PERDITE DEDOTTE NELL’AMBITO DEL CONSOLIDATO MONDIALE DI CUI ALL’ART. 139-BIS DEL TUIR. Dott. Paolo Scarioni – Dott. Andrea Bracchi

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. PREMESSA E INQUADRAMENTO NORMATIVO – 2. RECAPTURE DELLE PERDITE DEDOTTE IN CASO DI INTERRUZIONE O REVOCA DEL CONSOLIDATO MONDIALE; 2.1 Ratio ed effetti della disposizione che prevede il recupero delle perdite compensate; 2.2 Individuazione del periodo d’imposta a decorrere dal quale si rende applicabile il meccanismo di recupero delle perdite compensate; 2.3 Determinazionecontinua