IMPOSTA DI REGISTRO E TRASFERIMENTO DI GALLERIE COMMERCIALI AD OICR. Dott. Luca Rossi – Dott. Andrea Porro

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. PREMESSA – 2. LA CONTROVERSIA OGGETTO DELLA SENTENZA DELLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI MILANO – 3. CONSIDERAZIONI CIRCA LA CORRETTEZZA DELLA SOLUZIONE RAGGIUNTA DALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI MILANO ALLA LUCE DELLA PREVIGENTE FORMULAZIONE DELL’ART. 20 DEL TUR; 3.1 L’impossibilità per gli organismi di investimento collettivo del risparmio di detenere un’azienda; 3.2 Considerazionicontinua

LA SOSPENSIONE DEL PROVVEDIMENTO E DELLA SENTENZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO: CARATTERISTICHE DELL’EVENTUALE GARANZIA. Avv. Valdo Azzoni

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

1. Il dettato legislativo Nel giudizio tributario codificato dal D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546, la fase cautelare – inizialmente circoscritta al primo grado di giudizio, con esclusivo riferimento pertanto alla richiesta di sospensione dell’efficacia dell’atto impugnato (1) – è stata a lungo trattata dagli organi preposti alla sua gestione con una certa leggerezza, ancoracontinua

LA RESPONSABILITÀ DEL SOCIO DI UNA SOCIETÀ DI CAPITALI CANCELLATA DAL REGISTRO DELLE IMPRESE E L’EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE. Prof. Valerio Ficari

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

1. L’esercizio del potere accertativo dell’Agenzia delle entrate nei confronti di società di capitali commerciali cancellate dal Registro delle Imprese prima della notifica dell’atto impositivo è fattispecie, ormai, che la giurisprudenza di legittimità ha ben esplorato; il fenomeno è stato regolamentato dal legislatore tributario con il D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175 (1), al finecontinua

LA TUTELA CAUTELARE NEL “NUOVO” PROCESSO TRIBUTARIO. Avv. Sergio La Rocca

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Premessa e definizioni – 2. La lenta evoluzione in materia di sospensione dell’esecuzione tributaria – 3. (Breve sintetica) evidenza delle novità apportate dalla riforma – 4. La disciplina della sospensione dell’atto impugnato in primo grado – 5. La tutela cautelare in grado di appello – 6. La tutela cautelare in pendenza di giudiziocontinua

DA QUANDO DECORRE IL TERMINE PER ESEGUIRE IL VERSAMENTO DELLE IMPOSTE DOVUTE IN PENDENZA O A SEGUITO DI GIUDIZIO? Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Corte di Cassazione 1° ottobre 2017, sent. n. 23784

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

1. Premessa La sentenza della Suprema Corte n. 23784/2017, qui in commento, merita di essere segnalata perché fornisce una dettagliata ricostruzione del complesso quadro normativo che disciplina la riscossione delle imposte, sanzioni ed interessi dovuti in base agli accertamenti, in pendenza o a conclusione dell’eventuale giudizio di impugnazione, al duplice fine di individuare sia ilcontinua

RIFIUTI SPECIALI E TARI: ENTRO 120 GIORNI IL GOVERNO, INADEMPIENTE E MESSO IN MORA, DOVRÀ REGOLARNE I CRITERI PER LA LORO ASSIMILABILITÀ AI RIFIUTI SOLIDI URBANI. Dott. Eugenio Righi, in nota a TAR del Lazio, sez. II-bis, 13 aprile 2017, sent. n. 4611

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Il problema dei c.d. “rifiuti speciali” da considerare, ai fini dell’applicazione del prelievo obbligatorio per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, “assimilabili” a quelli ordinari urbani, è uno dei problemi più complessi e tormentati delle varie normative succedutesi negli anni in materia, accanto all’altro problema fondamentale della quantificazione dell’onere individuale dovuto dacontinua

LA DEPENALIZZAZIONE DELL’IMPOSTA ABUSATA E LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA LEGGE 27 DICEMBRE 2017, N. 205 (LEGGE DI STABILITÀ 2018). Avv. Fabio Ciani

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

Il D.Lgs. 5 agosto 2015, n. 128, ha escluso ex se la rilevanza penale dell’abuso di diritto (1), punibile solo attraverso sanzioni amministrative (2), con il portato che in futuro il discrimen fra il penalmente lecito e il penalmente illecito diviene incerto verificata la natura “indeterminata” della clausola generale antiabuso. Significa che permane una difficoltàcontinua

LE SOCIETÀ HANNO EREDI? BREVI RIFLESSIONI SULLA CANCELLAZIONE DELLE SOCIETÀ DAL REGISTRO DELLE IMPRESE. Avv. Bruno Aiudi

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

LE SOCIETÀ HANNO EREDI? BREVI RIFLESSIONI SULLA CANCELLAZIONE DELLE SOCIETÀ DAL REGISTRO DELLE IMPRESE Dato che le società, come ha affermato la Suprema Corte in un recente arresto (1), non hanno familiari o parenti, parrebbe logico affermare che le stesse non possano nemmeno avere eredi. Ammesso che una società possa morire, possa cioè cessare lecontinua

BREVI CONSIDERAZIONI SUL REGIME FISCALE DEL CAMBIAMENTO DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI. IL CASO DELL’ABOLIZIONE DEL METODO DEL CORRIDOIO DELLO IAS 19. Dott. Paolo Valacca

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Lo IAS 19 Revised: gli effetti sulla contabilizzazione del TFR – 2. La rilevazione dei cambiamenti dei principi contabili adottati in base allo IAS 8 – 3. Il regime fiscale dei cambiamenti di principi contabili adottati – 4. Il regime di deducibilità dell’accantonamento al fondo TFR per i soggetti IAS – 5. Conseguenzecontinua

LO SCHERMO DELLA SOCIETÀ ESTINTA IN CASO DI UTILI EXTRABILANCIO. Avv. Bruno Aiudi, in nota a Comm. trib. reg. delle Marche, sez. III, 7 febbraio 2017, sent. n. 58

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Gli effetti legati alla cancellazione di una società dal Registro delle Imprese sono noti. L’art. 2495 c.c., nel testo successivo al D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, sulla riforma del diritto societario, prevede che, approvato il bilancio finale, i liquidatori chiedano la cancellazione della società dal Registro delle Imprese. In seguito a ciò la societàcontinua