LA NORMATIVA SUL CARRIED INTEREST: COMMENTI A VALLE DELLA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE. Dott. Luca Rossi – Dott. Marina Ampolilla

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. PREMESSA – 2. IL DISPOSTO DELL’ART. 60 DEL D.L. N. 50/2017: LE CONDIZIONI PER L’APPLICAZIONE DELLA PRESUNZIONE; 2.1 Ambito di applicazione della norma; 2.2 Il requisito dell’ammontare minimo dell’investimento; 2.3 Il requisito della postergazione; 2.4 Il requisito dell’holding period. 1. PREMESSA L’Amministrazione finanziaria con la circolare 16 ottobre 2017, n. 25/E (1) (dicontinua

RIFLESSIONI IN TEMA DI RITENUTE APPLICATE AGLI OPERATORI FINANZIARI ALLA LUCE DELLA GIURISPRUDENZA COMUNITARIA. Dott. Stefano Brunello – Avv. Matteo Piva

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Premessa – 2. I fatti di causa – 3. Normativa interna – 4. Spese deducibili – 5. Modalità per recuperare le maggiori imposte subite in Italia – 6. Conclusioni. 1. Premessa Non è inconsueto che vicende dal volere economico modesto o per lo meno non particolarmente significativo rappresentino invece l’occasione per prese dicontinua

Il potere-dovere di autotutela nel corso del processo tributario. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Cass., sez. trib., 30 gennaio 2018, ord. n. 2262

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Decisione senz’altro corretta, apprezzabile la motivazione addotta, condivisibile il principio affermato. Nondimeno una lettura affrettata cela un’insidia, legata alla dinamica del processo, che è bene dissipare. Se infatti sono obiettivamente inconfutabili, nella pronuncia, sia la premessa (la piena libertà dei litiganti di dirimere in qualunque tempo la controversia con un accordo – totale o parzialecontinua

I motivi aggiunti al ricorso tributario: condizioni e limiti. Avv. Bruno Aiudi

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

La rubrica dell’art. 24 del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 è dedicata ai “motivi aggiunti”. Una tale facoltà, la presentazione di ulteriori motivi di impugnazione rispetto a quelli contenuti nel ricorso originario, è collegata a una qualche novità inerente i fatti oggetto di discussione che possa insorgere nel corso del processo (1). Anche ilcontinua

La nozione di abitazione permanente quale tie breaker rule nelle Convenzioni contro le doppie imposizioni. Dott. Annalisa Pace, in nota a Cass., sez. trib., 10 novembre 2017, sent. nn. 26638, 26639, 26640 e 26641

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

i 1. Premessa La pronuncia in rassegna ha ad oggetto la vicenda di un soggetto di nazionalità russa, iscritto nei registri della popolazione residente del Comune di Milano dove abitava con la convivente nel cui appartamento aveva eletto la residenza italiana, al quale l’Amministrazione finanziaria italiana ha contestato l’omesso pagamento dell’imposta sui rendimenti degli investimenticontinua

IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DEL DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DEI TRIBUTI DECORRE DALLA MATURAZIONE DEL SILENZIO-RIFIUTO E NON DALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA. Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Cass., sez. VI, 22 gennaio 2018, ord. n. 1543

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

L’ordinanza in rassegna rappresenta l’ennesimo contributo di chiarezza della Suprema Corte reso necessario dalla consuetudine dell’Amministrazione finanziaria di opporsi (pressoché) sistematicamente alla restituzione dei tributi erroneamente versati o non dovuti e di resistere pervicacemente in giudizio, anche quando l’esito della controversia, in senso favorevole al contribuente, sia (o dovrebbe essere) ampiamente prevedibile. Prevedibilità, come vedremo,continua

LA TASSA SULLA MOGLIE. Avv. Fausta Brighenti, in nota a Cassazione, sez. VI, 18 gennaio 2018, ord. n. 1089

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Ornella Vanoni – nella sua famosa canzone Ricetta di donna – lo aveva preconizzato: «le donne costano più dei gioielli dei motori e delle lacrime». Era un avvertimento che non doveva sfuggire: la bravissima Ornella di cognome fa Vanoni come il noto Ministro (Ezio) delle finanze cui si deve l’epocale riforma tributaria degli anni ’50continua

Brevi riflessioni sul concetto di abitazione principale ai fini dell’ICI. Dott. Eugenio Righi, in nota a Cass., sez. VI, 9 gennaio 2018, ord. n. 303

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

La controversia decisa dall’annotata ordinanza si riferiva ad un accertamento riguardante l’ICI per l’anno 2007, emesso dal competente Comune per negare il diritto alla detrazione di cui all’art. 8 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, nei confronti di proprietario risultante unico dimorante nell’alloggio dichiarato “abitazione principale”, priva della presenza di altri componenti del nucleocontinua

Brevi note sulla legittimazione passiva del minore chiamato all’eredità. Avv. Bruno Aiudi, in nota a Cass., sez. trib., 6 ottobre 2017, n. 23389

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Nulla da osservare sul principio sopra massimato. Colui che accetta l’eredità con il beneficio d’inventario diviene erede a tutti gli effetti, con la sola particolarità che il suo patrimonio resta distinto da quello del defunto, a norma dell’art. 490, primo comma, c.c. La Commissione tributaria regionale dell’Emilia Romagna non aveva tuttavia disatteso questa regola, avevacontinua

L’INDEROGABILITÀ DELLA DISCIPLINA DELLA PRESCRIZIONE DEL SINGOLO TRIBUTO PER EFFETTO DELLA NOTIFICAZIONE DI UN ATTO DI RISCOSSIONE COATTIVA DEL CREDITO TRIBUTARIO O PREVIDENZIALE. Dott. Fabrizio Cerioni

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. La portata dell’art. 2953 c.c. – 2. Solo l’accertamento giudiziale del credito previdenziale o tributario determina la conversione del termine di prescrizione breve in quello ordinario decennale – 3. I termini di prescrizione dei tributi e di decadenza e per la notifica degli avvisi di accertamento esecutivi – 4. L’applicazione dei principi fissaticontinua