Il potere-dovere di autotutela nel corso del processo tributario. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Cass., sez. trib., 30 gennaio 2018, ord. n. 2262

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Decisione senz’altro corretta, apprezzabile la motivazione addotta, condivisibile il principio affermato. Nondimeno una lettura affrettata cela un’insidia, legata alla dinamica del processo, che è bene dissipare. Se infatti sono obiettivamente inconfutabili, nella pronuncia, sia la premessa (la piena libertà dei litiganti di dirimere in qualunque tempo la controversia con un accordo – totale o parzialecontinua

La nozione di abitazione permanente quale tie breaker rule nelle Convenzioni contro le doppie imposizioni. Dott. Annalisa Pace, in nota a Cass., sez. trib., 10 novembre 2017, sent. nn. 26638, 26639, 26640 e 26641

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

i 1. Premessa La pronuncia in rassegna ha ad oggetto la vicenda di un soggetto di nazionalità russa, iscritto nei registri della popolazione residente del Comune di Milano dove abitava con la convivente nel cui appartamento aveva eletto la residenza italiana, al quale l’Amministrazione finanziaria italiana ha contestato l’omesso pagamento dell’imposta sui rendimenti degli investimenticontinua

IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DEL DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DEI TRIBUTI DECORRE DALLA MATURAZIONE DEL SILENZIO-RIFIUTO E NON DALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA. Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Cass., sez. VI, 22 gennaio 2018, ord. n. 1543

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

L’ordinanza in rassegna rappresenta l’ennesimo contributo di chiarezza della Suprema Corte reso necessario dalla consuetudine dell’Amministrazione finanziaria di opporsi (pressoché) sistematicamente alla restituzione dei tributi erroneamente versati o non dovuti e di resistere pervicacemente in giudizio, anche quando l’esito della controversia, in senso favorevole al contribuente, sia (o dovrebbe essere) ampiamente prevedibile. Prevedibilità, come vedremo,continua

LA TASSA SULLA MOGLIE. Avv. Fausta Brighenti, in nota a Cassazione, sez. VI, 18 gennaio 2018, ord. n. 1089

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Ornella Vanoni – nella sua famosa canzone Ricetta di donna – lo aveva preconizzato: «le donne costano più dei gioielli dei motori e delle lacrime». Era un avvertimento che non doveva sfuggire: la bravissima Ornella di cognome fa Vanoni come il noto Ministro (Ezio) delle finanze cui si deve l’epocale riforma tributaria degli anni ’50continua

Brevi riflessioni sul concetto di abitazione principale ai fini dell’ICI. Dott. Eugenio Righi, in nota a Cass., sez. VI, 9 gennaio 2018, ord. n. 303

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

La controversia decisa dall’annotata ordinanza si riferiva ad un accertamento riguardante l’ICI per l’anno 2007, emesso dal competente Comune per negare il diritto alla detrazione di cui all’art. 8 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, nei confronti di proprietario risultante unico dimorante nell’alloggio dichiarato “abitazione principale”, priva della presenza di altri componenti del nucleocontinua

Brevi note sulla legittimazione passiva del minore chiamato all’eredità. Avv. Bruno Aiudi, in nota a Cass., sez. trib., 6 ottobre 2017, n. 23389

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Nulla da osservare sul principio sopra massimato. Colui che accetta l’eredità con il beneficio d’inventario diviene erede a tutti gli effetti, con la sola particolarità che il suo patrimonio resta distinto da quello del defunto, a norma dell’art. 490, primo comma, c.c. La Commissione tributaria regionale dell’Emilia Romagna non aveva tuttavia disatteso questa regola, avevacontinua

IMPOSTA DI SOGGIORNO E COMUNI NON CAPOLUOGHI DI PROVINCIA. Dott. Eugenio Righi, in nota a Tribunale amministrativo regionale della Toscana, sez. I, 5 aprile 2017, sent. n. 647

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium, Senza categoria.

Pronuncia formalmente ineccepibile, stante il chiaro disposto dell’art. 4, primo comma, del D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23, recante “Disposizioni in materia di Federalismo fiscale municipale”, norma che – come si sa – ha reintrodotto nel nostro ordinamento tributario locale l’imposta di soggiorno già vigente dal 1910 al 1989, autorizzando l’istituzione e l’applicazione del nuovocontinua

SULLA SOTTOSCRIZIONE DEGLI ATTI PROCESSUALI PROVENIENTI DALL’AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA. Avv. Valdo Azzoni, in nota a Comm. trib. reg. del Lazio, sez. XVII, 2 febbraio 2017, n. 312

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

L’analisi della stringata motivazione merita un articolato approfondimento. Partendo dal principio. 1. Titolarità del potere di emanazione del provvedimento impositivo e sua delega Uno dei nodi nevralgici tanto del rapporto contribuente-fisco quanto della dialettica processuale che sul suo ceppo eventualmente si sviluppi ruota intorno alla domanda: chi deve dire e fare cosa, e in qualecontinua

RICHIESTA DI ESENZIONE DALL’ICI PER CAMBIO DI DESTINAZIONE DELL’IMMOBILE. Dott. Eugenio Righi, in nota a Cass., sez. VI, 28 marzo 2017, ord. n. 8017

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

A distanza di ormai sei anni dalla sua abolizione, l’imposta comunale sugli immobili, con i suoi problemi applicativi, richiama ancora l’attenzione e l’interesse di una vasta platea di operatori del settore immobiliare (dai possessori di immobili ai professionisti, tecnici e giuridici), nonché dei giudici tributari: la ragione principale di questa circostanza risiede nella scelta legislativacontinua

SULLA RESPONSABILITÀ DEL PROFESSIONISTA PER IL MANCATO ASSOLVIMENTO DELL’OBBLIGO DI INFORMAZIONE. Avv. Bruno Aiudi, in nota a Cass., sez. III, 23 giugno 2016, n. 13007]

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Il dovere di diligenza previsto dal secondo comma dell’art. 1176 c.c. impone al professionista di fornire al suo cliente tutte le informazioni che, in relazione all’incarico ricevuto, rientrano nell’ambito della sua competenza. Ciò avendo cura di specificargli, precisa la pronuncia in rassegna, anche le questioni che esulino da questo ambito sicché egli possa autonomamente determinarsi,continua