LA DEDUCIBILITÀ AI FINI DELL’IRAP DEI COSTI CONNESSI AL DISTACCO DI PERSONALE ASSUNTO A TEMPO INDETERMINATO DA UNA SOCIETÀ STRANIERA, MA IN FORZA PRESSO LA SUA STABILE ORGANIZZAZIONE IN ITALIA. Avv. Zeila Gola – Dott. Andrea Beraldo

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Il distacco transazionale in favore della stabile organizzazione – 2. Il regime di deducibilità del costo del lavoro relativo ai dipendenti distaccati, ante legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di Stabilità 2015) sino al 31 dicembre 2014 – 3. Il regime di deducibilità del costo del lavoro relativo ai dipendenti distaccatati, postcontinua

LAVORATORI AUTONOMI ASSOCIATI: SI PAGA L’IRAP ANCHE SE MANCA IL PRESUPPOSTO. Avv. Fausta Brighenti in nota a Corte di Cassazione, sez. un., 14 aprile 2016, sent. n. 7371

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Nella vicenda in oggetto si discuteva della assoggettabilità all’IRAP di uno studio di amministratori di condominio che, pur esercitando l’attività nella forma della società semplice, era privo di autonoma organizzazione. Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno tuttavia decretato che l’esercizio nella forma della società semplice, ma anche dell’associazione non riconosciuta, di un’attività dicontinua

FABBRICATI RURALI “STRUMENTALI” E ICI: LA CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA LE CONCLUSIONI DELLE PROPRIE SEZIONI UNITE RESE NELLA SENTENZA N. 18565 DEL 2009. Dott. Eugenio Righi, in nota a Corte di Cassazione, sez. trib., 4 maggio 2016, n. 8862, Corte di Cassazione, sez. trib., 27 aprile 2016, n. 8361, e Corte di Cassazione, sez. trib., 20 aprile 2016, n. 7929

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

Le annotate pronunce fanno parte di un gruppo di sentenze, adottate a breve distanza di tempo, sul tema riassunto nelle massime esposte e tutte decise con identica motivazione sul tema centrale dei requisiti richiesti per riconoscere dinanzi al giudice tributario la qualifica di “immobile rurale” a un fabbricato e conseguentemente ammetterlo al regime agevolativo previstocontinua

BREVI RIFLESSIONI INTORNO ALL’ART. 36-TER DEL D.P.R. N. 600/1973 E AI DUE MOMENTI DI CONFRONTO COL CONTRIBUENTE. Dott. Domenico Carnimeo, in nota a Corte di Cassazione, sez. trib., 9 marzo 2016, sent. n. 4591

Pubblicato da & archiviato in Giurisprudenza, Home, Premium.

1. Premessa Con la sentenza annotata la Suprema Corte propone un’articolata esegesi dell’art. 36-ter del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, con particolare riferimento alla «scansione procedimentale che fa da sfondo all’esecuzione delle attività di controllo formale» della dichiarazione dei redditi. L’indagine della Suprema Corte ha riguardato, più specificamente, i «due momenti di confronto concontinua

BREVI OSSERVAZIONI SULL’ABUSO DEL DIRITTO E L’IMPOSTA DI REGISTRO. Avv. Alberto Alfredo Ferrario

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

RECENTI SVILUPPI IN RELAZIONE ALL’ART. 20 DEL D.P.R. N. 131/1986 SOMMARIO: 1. PREMESSA. IL TEMA DI INDAGINE – 2. L’ART. 20 DEL D.P.R. N. 131/1986 E L’INTERPRETAZIONE DEGLI ATTI SOTTOPOSTI A REGISTRAZIONE; 2.1 Brevi cenni in relazione al presupposto e all’oggetto; 2.2 L’art. 20 del D.P.R. n. 131/1986 quale “chiave” di interpretazione dell’imposta; 2.3 L’art.continua

LO SCIOGLIMENTO DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO EQUITALIA S.P.A. PER EFFETTO DEL D.L. N. 193/2016. PRIME RIFLESSIONI A VALLE DELLA COSTITUZIONE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE-RISCOSSIONE E DEL RAFFORZAMENTO DI POTERI IN CAPO AL “NUOVO” ESATTORE. Avv. Sergio La Rocca

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: Premessa – 1. La riscossione dei tributi (accenni) – 2. Le fasi dell’attività di riscossione – 3. I soggetti deputati alla riscossione: dai concessionari della riscossione alla costituzione del Gruppo Equitalia s.p.a. – 4. La soppressione del Gruppo Equitalia e la costituzione dell’Agenzia delle entrate-Riscossione – 5. I poteri dell’agente della riscossione – 6.continua

LA CORTE DI CASSAZIONE LEGITTIMA LA NOTIFICA DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO SENZA IL PREVENTIVO INVIO DELL’AVVISO BONARIO EX ART. 36-TER DEL D.P.R. N. 600/1973. Prof. Maria Vittoria Serranò

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA SENTENZA N. 4591/2016 SOMMARIO: 1. Cenni sulla liquidazione dell’imposta e sul controllo formale ex artt. 36-bis e 36-ter del D.P.R. n. 600/1973 – 2. La notificazione e l’irreperibilità – 3. I vizi di notificazione dell’avviso di accertamento – 4. La notifica dell’esito del controllo formale. 1. Cenni sulla liquidazione dell’imposta econtinua

LA RISOLUZIONE 29 SETTEMBRE 2016, N. 84/E, E I DUBBI CHE ANCORA PERMANGONO SUI PRESUPPOSTI PER L’APPLICAZIONE DELL’ESENZIONE DI CUI ALL’ART. 26, COMMA 5-BIS, DEL D.P.R. N. 600/1973. Dott. Luca Rossi – Dott. Marina Ampolilla

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. PREMESSA – 2. LA RISOLUZIONE 29 SETTEMBRE 2016, N. 84/E – 3. ALCUNE QUESTIONI ANCORA DA CHIARIRE IN MERITO AI PRESUPPOSTI SOGGETTIVI PER L’APPLICAZIONE DEL REGIME DI ESENZIONE DA RITENUTA DEGLI INTERESSI E ALTRI PROVENTI DERIVANTI DA FINANZIAMENTI A MEDIO E LUNGO TERMINE ALLE IMPRESE; 3.1 La riserva di attività per l’erogazione dicontinua

NOTIFICAZIONE DELLE SENTENZE TRIBUTARIE TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA AI SENSI DELLA LEGGE N. 53/1994 E DECORSO DEL TERMINE BREVE DI IMPUGNAZIONE: PIÙ CERTEZZE CHE DUBBI. Avv. Gianmarco Dellabartola

Pubblicato da & archiviato in Dottrina, Home, Premium.

SOMMARIO: 1. Oggetto e premessa metodologica – 2. Sulla modalità di notificazione delle sentenze tramite posta elettronica certificata – 3. Sull’applicabilità dell’art. 3-bis della legge n. 53/1994 al processo tributario – 4. … e sui limiti “tecnici” alla sua applicazione – 5. L’equivalenza tra le notifiche a mezzo p.e.c. e le raccomandate postali con avvisocontinua