Ultimi Articoli - free

Ris. 6 febbraio 2017, n. 16/E, dell’Agenzia delle entrate “Quesito. La società istante riferisce di essere un esportatore abituale e di beneficiare del regime agevolato previsto dall’art. 8, comma 1, lett. c) del DPR n. 633 del 1972, che consente a coloro che effettuano operazioni internazionali di acquistare o importare beni e servizi senza applicazionecontinua

Continua...

Ris. 26 gennaio 2017, n. 13/E, dell’Agenzia delle entrate “La Nota II-bis dell’articolo 1 della Tariffa parte I allegata al DPR 26 aprile 1986, n. 131 (Testo Unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro), in tema di agevolazione c.d. “prima casa” prevede che “In caso di … trasferimento per atto a titolo oneroso o gratuitocontinua

Continua...

Ris. 25 gennaio 2017, n. 12/E, dell’Agenzia delle entrate “Quesito. La società ALFA (di seguito anche l’istante o la società), operante nel settore delle energie rinnovabili, dichiara che “realizza progetti di ricerca … con il contributo dell’Unione Europea” nell’ambito del “Programma Quadro” e del programma “Horizon 2020”. Al riguardo, la società rappresenta che “il contributocontinua

Continua...

Tutti gli articoli

Ultimi Articoli - premium

1. Cenni sul provvedimento in commento Con il decreto dianzi trascritto, il Tribunale di S. Maria Capua Vetere – rilevando l’inesistenza di vincoli di matrice sovranazionale – ha concluso ritenendo che, in assenza di transazione fiscale, il tanto discusso divieto di falcidia dell’IVA e delle ritenute operate e non versate sia del tutto privo dicontinua

Continua...

Ci troviamo al cospetto di due sentenze contrastanti della Corte di Cassazione aventi ad oggetto la stessa identica questione (1). Entrambi i casi affrontati hanno difatti riguardato la decadenza dei benefici previsti per la c.d. “prima casa” ai fini delle imposte indirette sui trasferimenti, per il mancato trasferimento della residenza dell’acquirente sull’immobile acquistato entro ilcontinua

Continua...

1. Premessa La sentenza che si annotata merita di essere segnalata perché fa chiarezza sulle conseguenze che derivano dall’accoglimento parziale del ricorso proposto dal contribuente avverso un atto impositivo. Se, com’è noto, in caso di accoglimento totale del ricorso, come in caso di rigetto, gli effetti che produce la sentenza tributaria sull’atto impugnato sono generalmentecontinua

Continua...
Tutti gli articoli